Quando il vino si fa virtuale… su Second Life

In questi giorni si sente spesso parlare di Second Life (SL), soprattutto in merito ad aziende che decidono di investire su questa piattaforma. Questa volta è il turno della famosa cantina “Arnaldo Caprai” Viticoltore di Montefalco, ed io ho partecipato al coordinamento tecnico!

Una settimana fa Andrea Pauselli di Data Point con cui collaboro, mi contatta per una nuova sfida: Marco Caprai, in occasione del lancio del Sagrantino Bianco vuole realizzare la prima Cantina e Vigna su Second Life. Il progetto deve essere pronto per il 29 Marzo, giorno d’inizio di Vinitaly, manifestazione di riferimento dell’universo enologico nazionale ed internazionale.

Visto il poco tempo e le tante cose da decidere e realizzare, avevamo nessariamente bisogno di un aiuto e allora mi sono messo in cerca di qualche professionista di Second Life che facesse al nostro caso.
Leggo qualche forum, chiedo qua e la, mi rendo conto subito che anche nella comunità italiana di SL esiste una folta schiera di lavoratori… ma i professionisti sono pochi, faccio le mie valutazioni e provo a contattare l’unico che mi ha ispirato fiducia Domenico Pellegrino (in SL Enea Lobo). Con la stessa professionalità della vita reale, mi prepara un preventivo per l’affitto della terra e mi propone anche l’aiuto di due architetti Eilan Scofield ed Andreas Winger (che ringrazio infinitamente per la grande disponibilità).

Cinque giorni di duro lavoro tra telefonate e riunioni su SL ed ecco che la vigna Caprai prende vita: la sede, i suoi vini e le sue viti sono ufficialmente virtuali!

E’ stato una bella avventura, qualcosa di diverso dal solito… forse perché SL stesso è qualcosa di diverso. Non sò che futuro avrà questo mondo virtuale, negli stati uniti ha preso molto piede ma come spesso accade l’Italia fatica a dare fiducia a certe “novità”.

Pur avendo tralasciato molti dettagi (per i quali resto comunque disponibile in email), spero che questo post possa essere di aiuto a quanti, per lavoro o per necessità personali, vorranno avventurarsi in questa “Seconda Realtà”.

Info su 

Appassionato di tecnologia e programmazione. Attualmente ritirato alla vita bucolica in Umbria

2 Responses to “Quando il vino si fa virtuale… su Second Life”
  1. Cooper 5 gennaio 2015
  2. Albertina 24 luglio 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *