Due parole sulle aste a ribasso

intpic_auction-process Fenomeno del momento, goduria per chi sogna un Sony Vaio a 5 euro, ma sarà proprio tutto oro quello che luccica? Vi dico la mia…

Banner e pubblicità ovunque, è il fenomeno del momento: Le aste a ribasso.

Come funzionano
Sostanzialmente l’utente accede a un elenco di prodotti messi all’asta e per ciascuna di quelli a cui è interessato può provare a fare un’offerta. L’offerta però, al contrario delle aste classiche, è fatta al ribasso, nel senso che si deve provare a fare la proposta di acquisto al prezzo più basso possibile che nessun altro utente ha ancora suggerito.

Schema funzionamento aste a ribasso

Si deduce che (vedi schema) l’utente che ha offerto 3 centesimi, si aggiudica l’oggetto

Loro cosa ci guadagnano
Ogni offerta costa (solitamente) 2€, così anche se un cellulare che vale 500€ viene venduto a 5€, è sufficiente che ci siano almeno 250 offerte per coprire abbondantemente il valore dell’oggetto.
Inoltre vengono volutamente messi all’asta pochi oggetti alla volta così da concentrare le offerte.
C’è precisare, per onestà, che YouBid per alcuni prodotti non chiede costi di offerta, purché si sia fatto un versamento (nel mese) nel conto personale.

Qualcosa mi puzza
Se state pensando che si tratta di una specie di “lotteria” in cui bisogna azzeccare l’offerta giusta, e quindi come tale regolata e vigilata da appositi organi, vi sbagliate!
Ad ogni offerta, sti furbi, ti danno la possibilità di sapere se è la più bassa, se è l’unica, etc. in modo tale da trasformarlo in un gioco in cui conta la strategia e non la fortuna. E nessuno vigila.
“A pensar male si fa peccato, ma difficilmente si sbaglia”. E se, per esempio, verso la fine dell’asta (non tutte altrimenti sarebbe sospetto), i webmasters verificassero l’elenco delle offerte per poi effettuare quella “giusta”? Chi se ne accorgerebbe? Magari basterebbe intervenire su qualche asta ogni tanto, quelle più costose per esempio.

Intendiamoci, non ho motivo di credere che le aste siano truccate, ma tendo a fidarmi di più di meccanismi in cui non ci possa essere tentazione di frode.

Che rischi ci sono
In teoria nessuno, apparte quello di venire fregati (leggi capitolo precedente), in pratica l’esiguo costo dell’offerta (2€) può farvi perdere di vista l’ammontare totale dei soldi spesi (si arriva a 20/30 euri in un batterd’occhio).
Inoltre, l’idea di accaparrarsi un bel Sony Vaio da 150€ a pochi euri è un’attrattiva spesso irresistibile, ma mi piace pensare che le persone sane di mente, con un minimo di autocontrollo, sappiano trattenersi.

Dove puoi trovare queste aste
Visto il tono moooolto critico dell’articolo, spero di evitare denunce facendogli un pò di pubblicità:

Come potrei ricredermi
Visto che tutto sommato il sistema mi incuriosisce, ho bisogno di sapere che funzionano, quindi vi chiedo di segnalarmi le vostre vincite o le vincite di amici fidati! Per ora, cercando su internet, non ho trovato una sola persona che lo confermasse…

64 Comments
  1. Pienamente d’accordo con te, a metà tra lo scetticismo e l’attrazione.
    Ho giocato 26 e rotti sulla cinquecento di qualche giorno fa su bidplaza. Fino al giorno prima ero un’offerta unica (ma non la più bassa), alla fine è stata venduta a 53 euro.. Bisogna crederci!

  2. è un’idea geniale..
    ovviamente non ne sapevo niente (vivo 5 anni dietro al mondo).
    se fosse ben regolamentata e trasparente riceverebbe ogni mese tutto il mio stipendio..

  3. E infatti è proprio la trasparenza che fa la differenza! : - D

  4. e se si facesse una piccola società in modo da differenziare le offerte e ridurre i rischi? a turno ci si becca l’eventuale premio…troppo ottimista? 8 - )

  5. Guarda che è una buona idea, ma il problema rimane: Si vince davvero? Si vince sempre?

  6. Socio, Socio, Socio!

  7. D’accordissimo con il tuo discorso, anche se mi sento di spendere 20 secondi per difenderli, secondo te, anche dai calcoli che hai fatto nel tuo articolo, perchè dovrebbero “imbrogliare” aggiudicandosi loro le aste, quando rientrano facilmente della spesa del premio con tutte le “puntate” che gli utenti fanno? Secondo me è un sistema geniale, chi l’ha ideato per primo è un fenomeno e sicuramente si sta arricchendo, al contrario facendo due conti si capisce facilmente che è più facile vincere un biglietto della lotteria che azzeccare il prezzo unico più basso…forse per ora che “poca” gente partecipa a queste aste qualche possibilità ancora esiste 😉

  8. Si ma infatti mi sono calato nella parte dell’avvocato del diavolo proprio nella speranza che qualcuno mi smentisca e mi dica che FUNZIONA!

  9. Volevo semplicemente dirvi che il 28 nov 07 mi sono aggiudicato la Indesit Moon a 98 cent.Dopo 10 giorni ho ricevuto l’elettrodomestico ed il relativo scontrino fiscale.E’ funzionante ad oggi : - ).Su youbid mi sono aggiudicato iphod 16 gb.Dopo 8 giorni dalla vincita ho ricevuto direttamente dall’Olanda tramite la Apple Europe l’apparecchio.Senza scontrino ma con un ordine di assegnazione.
    Nel primo caso ho fatto offerte per 200 euro con la lavatrice che valeva 499 come da scontrino.Nel secondo caso ho fatto offerte per 70 euro per aggiudicarmi un oggetto che vale 399 euro.

  10. Mitico! Proprio questo volevo sentire.
    Però mi confermi che vuole un pò di investimento e una buona dose di coraggio… pensa se non fossi aggiudicato la indesit!!??
    Cmq l’importante è sapere che si vince!
    Ciao e grazie

  11. Io ho provato a “giocare” su http://www.asteclick.com, in pratica ho acquistato 10 euro di crediti, più quelli gratuiti attribuiti in fase di registrazione, ho fatto più o meno 13 offerte, di cui un paio erano uniche ma non le più basse…sicuramente mi sono divertito ma in pratica ho buttato 10 euro…e il dubbio che hai tu Simone, sulla non trasprenza, mi è venuto da subito… 8 - ) mah…comunque è molto facile perdere il controllo di quanto spendi…

  12. Raga sono tutte vere,io ho gia ricevuto un pc portatile e una macchina fotografica,ma c’e’ sempre una strategia da applicare,io per aggiudicarmi questi 2 prodotti in 2 sere differenti ho speso circa 500 € ,ma consapevole di potermi aggiudicare i prodotti,offrendo da 001,a circa 5,00 ,quindi di offerte uniche ma non piu’ basse ne avevo una marea,in piu l’offerta unica + bassa aspetti fino all’ultimo e in caso spariscono le uniche non piu basse devi,ma devi continuare a scommettere altrimenti perdi tutto e non sei sicuro di aggiudicarti il prodotto.ciao

  13. Però personalmente, il rischio di perdere qualche centinaia di euro è inaccettabile. E’ vero che chi “non risica, non rosica” ma senza nemmeno la garanzia di essere tutelato dalle istituzioni…. è troppo per me!
    Però Teskio… tantissimi complimenti a te!

  14. Grazie,comunque e’ vero quello che dico,se hai soldi da investire meglio qui che in banca poi qui almeno cerchi di aggiudicarti cose che interessano e alla fine spendi almeno 2/3 in meno,e’ un gioco come la lotteria,se compri un milione di biglietti hai piu’ probabilita’ di vincere rispetto ad uno che ne compre uno,hai capito il succo?Ma bisogna non farsi prendere dal buttar via i soldi se punti su un prodotto,devi seguirlo fino alla fine altrimenti quello che hai puntato lo perdi ; - )

1 2

Leave a reply