Truffa melashop.it

Ho da poco ricevuto questa email che conferma tutti i dubbi che avevo sul sito Melashop.it

Brava Gente,

E’ il momento dei saluti, e almeno mi sembra corretto chiarire le cose per
togliere ogni dubbio.
Il sito melashop.it è un sito inventato, io sono uno qualunque che ha avuto
l’occasione di fare due soldi per sopravvivere e ne ho approfittato.
Faccio schifo? Si, lo so, ma oggi in Italia vige la legge del più forte, se
non lo sei muori e basta. Ho cercato lavoro, un qualunque lavoro anche da
500 euro al mese, un anno intero, senza trovarlo, avendo oltre a tutto 4
figli da sfamare, anche se logicamente adesso a voi non ve ne frega nulla,
vorreste solo uccidermi, ma forse un giorno vi troverete nella mia
situazione e lo farete anche voi avendone l’occasione oppure morirete di
fame, scelta vostra. Questa occasione mi è stata data da un portatile,
già, adesso si fa interessante, un tipo, il signor Morleo che è in bocca
al mondo e che io non conosco manco di vista, ha sbadatamente abbandonato il
portatile ed io che avevo bisogno di soldi ho gradito la cosa. All’interno
ho trovato tutti i dati di accesso alla ditta ed al conto corrente on line
della stessa, fantastico, allora mi è venuta l’idea di come usarlo, ho
creato il sito. Già, sono un bastardo, ma almeno mi è rimasta un po’ di
coscienza e non voglio creare problemi a questa persona che ha solo avuto la
sfortuna di essere poco attenta, per i vostri soldi, beh! Voi avete perso
una piccola somma, nella vita si buttano soldi tutto il tempo, basta pensare
ai fumatori, 200 euro al mese buttati in fumo ed in altre mille cose, quindi
potete sopravvivere anche a questo ed io potrò dare da mangiare ai pargoli,
se vi avessi chiesto una donazione di 10 euro a testa per aiutarmi a
sopravvivere il 90% di voi non l’avrebbe fatto, quindi me li sono presi.
Ah! Non rispondete o inviate e-mail che ho comunque cancellato la web mail e
non arriverebbe nulla, accettate il fatto compiuto, un’altra volta vi
consiglio di non cercare di risparmiare pochi euro e di andare ad acquistare
da Unieuro la merce, io dal loro sito l’ho presa e scontata.
Per il resto inutile cercarmi, ho utilizzato solo connessioni internet
pubbliche con accesso da Sim “trovata” non mia logicamente, sono stati
utilizzati anche molti proxy e nessun prelievo diretto delle somme, come
anche la carta utilizzata per l’acquisto del dominio ecc. quindi
perdereste solo il vostro tempo, ed alla fine io direi di cercare un po’
di comprendere anche la mia pessima situazione che mi ha portato a fare
quello che adesso confesso, spero che non succeda anche a voi di arrivarci.
Vi auguro comunque buone ferie e questo vi aiuterà ad abbandonare l’on
line ed a tornare nei negozi fisici che hanno tanto bisogno di ritornare in
vita, distrutti ormai da tutte queste immense aziende on line.
Questo è quanto, addio.
Questo indirizzo Email ci è stato fornito da uno dei nostri Clienti. Se il
presente messaggio è stato ricevuto per errore, inviare una Email a
[email protected]

Email inviata in ossequio alle vigenti norme e disposizioni in materia, non
desiderando più ricevere email è possibile richiedere la rimozione a
questo indirizzo.

 

Io l’ho scampata per poco. Stavo valutando l’acquisto di un televisore ma alcuni fattori proprio all’ultimo mi hanno fatto desistere: Il pagamento con il bonifico, i prezzi un pò troppo bassi (ma comunque credibili) ed la grafica del sito approssimativa e poco professionale. Che culo!

Volevo fare 3 considerazioni su questa brutta storia:

1 – La gente è tanto diffidente in merito agli acquisti con carte di credito e paypal quando invece in queste situazioni ti tutelano al 100%!!!

2 – Mi sembra poco credibile sta storia. Ma secondo voi uno perde il portatile e per settimane non cambia l’accesso al proprio conto in banca? Gli arrivano soldi e non si accorge di nulla.
Non vorrei fosse il vero titolare che pensa di scamparla fingendo di aver smarrito il portatile…

3 – La polizia (postale) se vuole ti rintracciarlo ci riesce anche tramite proxy, garantito!

Sul sito truffeonline.net si era già paventata l’ipotesi di un sito scam, ma lo pseudo proprietario si era persino permesso d’intervenire per difendere il suo onore e quello del suo sito… che faccia tosta! Da stamattina, proprio su questo post campeggia lo stesso testo che ricevuto in email insieme alla rabbia della gente!

AGGIORNAMENTO 28/07/13
In verità grosse novità non ci sono, però gli utenti si stanno unendo ed organizzando con le indicazioni necessarie per fare denuncia che è al momento la sola unica cosa rimasta da fare… ma va assolutamente fatta anche se avete perso pochi soldi!
Capisco che siamo tutti un pò disillusi e dispiaciuti ma avere giustizia (e forse il denaro indietro) è possibile, quindi provateci: stampate tutto il materiale che avete in merito al vostro ordine e recatevi in qualsiasi commissariato di zona della Polizia!

Stay tuned per aggiornamenti!

281 Comments
  1. Ciao a tutti
    sul forum qualche giorno fa c’era ancora il numero di fax della banca a cui mandare la copia della denuncia. Come mai e’ stato tolto ? Non serve a nulla mandarlo in Cc alla Banca ?
    grazie per le info

  2. Buongiorno a tutti,
    con una settimana di ritardo ma ieri ho fatto denuncia, e come mi è stato consigliato dalla P.S. in triplice copia, due copie le tengono loro e una e rimasta a me, firmata e timbrata. E importante fare tutto questo inserendo gli allegati delle mail e copia del bonifico bancario.
    Per sapere quanti sono malcapitati in questo gioco del buon signore, volevo suggerire di inserire il vostro numero di ordine, ad esempio il mio era il 18, così possiamo avere un’idea di quanti sono i truffati.
    Un caro saluto a tutti

  3. Oggi articolo sul Giornale di Brescia e servizio su Teletutto . 1 parte aspettiamo la seconda ora .

  4. Stamattina ho fatto la denuncia alla polizia postale.
    Gli conviene restituire il denaro rubato….

  5. ecco il sito del video sulla truffa del farabutto, che ha truffato tanto denar a chi non arriva alla fine del mese. Chi fa male si aspetti male! http://www.teletutto.it/videonews/truffa_via_web/11678.html?uidy_58=TTappl.videonews.dettaglioVideoNews&record=13782

  6. Le offerte sul sito melashop.it non erano troppo allettanti, quasi sempre solo qualche decina di euro, al massimo 100 in meno rispetto ad altri siti più rinomati. Anche questa è stata una tecnica messa in atto per truffare, non indurre a troppi dubbi con prezzi eccessivamente bassi.
    Prima di esprimere giudizi, dare consigli o condannare informatevi meglio sull’accaduto, evitereste di creare una specie di “alibi” ai truffatori, come se loro avessero interesse ad essere scoperti nella qualità di truffatori, mentre pongono in essere la truffa stessa.

    • ciao,

      vedi era tutto il contesto a non reggere. Purtroppo molte persone non conoscono alcuni strumenti altrimenti avrebbero potuto difendersi meglio:
      parlo del servizio whois che permette di vedere quando un sito è stato creato
      inoltre pagamento solamente con bonifico poi nessun commento utente il tutto sommato a prezzi troppo bassi (100euro meno rispetto al miglior prezzo dei migliori siti noti è veramente sospetto)…

      Nessun alibi deve essere dato ai truffatori ma le persone devono essere ben informate CONTINUAMENTE quindi invece di disprezzare chi vuole dare consigli ditegli grazie rivolgendo l’astio contro chi imbroglia le persone non contro chi le vuole aiutare.

  7. Ciao, pienamente d’accordo. Truffato anche io ma dagli errori si deve imparare.

  8. L’unico errore è quello di calpestare lo stesso suolo e di respirare la stessa aria di persone come queste…..colgo l’occasione per far notare una cosa, visto che io ci sono cascato anche per opera di Bestshopping che mi ha elencato per primo ( più economico) il sito di quella Melamarcia offrendo addirittura il cashback di qualche euro come acquisto presso uno dei siti correlati, sono convinto che ci possa essere un nesso con i due, vista anche la vicinanza geografica. Non so se gli inquirenti potranno mai fare una verifica ma questo è quanto.

  9. L’unico errore è quello di calpestare lo stesso suolo e di respirare la stessa aria di persone come queste…..colgo l’occasione per far notare una cosa, visto che io ci sono cascato anche per opera di Bestshopping che mi ha elencato per primo ( più economico) il sito di quella Melamarcia offrendo addirittura il cashback di qualche euro come acquisto presso uno dei siti correlati, sono convinto che ci possa essere un nesso fra i due, vista anche la vicinanza geografica. Non so se gli inquirenti potranno mai fare una verifica ma questo è quanto.

  10. Bhè c’è poco da dire sulla moderazione, se aveste perduto 767 € come li ho persi io, consigliato da ??? non ve la prendereste anche con lui?

  11. Beh, non c’è che dire; persone come questa merda partorita da un tumore in Italia non verranno mai perseguite, non perchè non si abbia i mezzi…ma semplicemente perchè non sono in grado.

    Ma per piacere, ogni settimana c’è un delitto del quale l’unica cosa certa è e resta per sempre solo il cadavere…e noi stiamo ancora sperando che questo eunuco venga acciuffato.
    Comincio ad avere dubbi anche su questo forum, che non è mai stato cambiato in un forum con registrazione e accesso tramite credenziali…in quei due mesi ha avuto accessi a non finire…facciamo croce sui soldi signori miei; è vero che la speranza è l’ultima a morire, ma a un certo punto muore pure quella in questo paese di merda. Ce lo meritiamo.

  12. Sono passati tre mesi da quando il bastardo ci ha fregati, oggi mi sono recato in Procura della mia città per chiedere se ci sono sviluppi nelle indagini. Risposta NULLA DI NUOVO, ritorni tra qualche mese, solo se lo prendono verremmo avvisati altrimenti no.
    Forse a questo punto è meglio mettersi il cuore in pace.
    Comunque la speranza è l’ultima a morire.
    marinhouse

    • A me non risulta questo pessimismo, anzi invio quanto spedito alle varie redazioni affinchè venga pubblicato.
      Gentile redazione Giornale di Brescia,
      con la presente volevo informarvi sugli ultimi sviluppi della nota vicenda melashop.it e vi chiedo, se possibile, di portarle a conoscenza del pubblico nonchè delle oltre 300 vittime di questa indegna truffa, anche successivamente agli approfondimenti e le verifiche, che lei avrà cura di effettuare presso il Tribunale di Brescia. Le indagini relative, infatti, dovrebbero essere già state chiuse e quindi è possibile renderle pubbliche. Le informazioni che seguono mi sono state comunicate dalla polizia postale del luogo in cui ho rilasciato la denuncia per truffa (€ 500,00, nel mio caso) e risalgono appena a due giorni fa.

      I presunti truffatori sono i Morleo, Floriano e Patrizia (quest’ultima rappresentante legale della società Photographer Morleo Group SRL); numero dei truffati oltre 300, diffusi in tutta Italia; conto bancario sul quale furono effettuati i bonifici tenuto presso la filiale di Lonato del Garda, Brescia; hanno rapporti con la discoteca di Desenzano del Garda BeClub.
      Aggiungo che alcuni profili dei soggetti e luoghi menzionati sono visualizzabili su Facebook.

      Non resta, a questo punto, secondo quanto mi riferiscono gli ufficiali di polizia, che attendere la convocazione del Tribunale di Brescia e la possibilità di costituirsi parte civile, indispensabile per ottenere la restituzione del maltolto.

      • Io sono stato tra i primi a essere truffato da queste care persone che sicuramente si ritroveranno un giorno a spendere tutto il loro ricavato in medicine e cure mediche.
        Il Commissario mi ha consigliato di ritirare la denuncia perché, visto come vanno le cose in Italia, se ci sarà un processo, sarà cosa assai lunga, e io come tutti coloro che hanno presentato denuncia, dovranno presentarsi alle udienze, diversamente il pagamento di una penale. Visto che abito in Sicilia e il processo sarà a Brescia, mi conviene per 230,00 euro salire e scendere?

  13. Ma che stai a dì? Una penale? NON NE CAPISCI NULLA, Ma dai..FAI SOLO DISINFORMAZIONE E PROTEGGI I DELINQUENTI. IO CI VADO E NON SARO’ SOLO, PUOI GIURARCI. SAI QUANTE VALE LA SODDISFAZIONE DI GUARDARLI IN FACCIA E VEDERLI AL GABBIO. POI, VOGLIO I MIEI SOLDI. CI SONO COSE CHE NON SI POSSONO COMPRARE..

    • Saturnino… in tanto abbassa il tono della voce, ricordo che scrivere in maiuscolo equivale a urlare, quindi stai manzo…!!!

      Poi se io capisco o no è un’altro problema, non sono certo un avocato, sono stato consigliato da un ispettore di polizia, se è vero quello che mi ha detto, non ha torto, se poi qualcuno conosce le leggi italiane e mi sa consigliare, riaprire la pratica non ci vuole niente.

  14. Non ci saranno mica 300 avvocati diversi; si manda un’avvocato unico al quale si darà la procura di tutti noi truffati. Quindi nessuna penale, nessun viaggio andata e ritorno. NON TI FAR METTERE CAZZATE IN TESTA ANCHE PERCHE’ SE UN COMMISSARIO TI DICE UNA COSA DEL GENERE LO PUOI TRANQUILLAMENTE QUERELARE.

    Facciamola finita di disinformare, le cose stanno andando più avanti di quanto pensiamo. La giustizia in italia ha solo un difetto, che è lentissima, ma TRANNE I CASI POLITICI NEI QUALI SI COMPRANO AVVOCATI E GIUDICI (e non è il caso del Morleo) PER GLI ALTRI CI POTETE GIURARE CHE SI ARRIVERA’ A UNA CONCLUSIONE.
    Sto soggetto non dorme, io invece dormo guarda un po’…

  15. ..sante parole!

  16. Bene, quindi anche se lentamente qualcosa si è mosso, io ho in ballo più di 700€ e sono in provincia di roma, ma anche per meno della metà andrò a far valere i miei diritti.
    Spero presto.

  17. …e ti parla uno al quale la stazione dei carabinieri non ha voluto far fare la denuncia perchè “non è competenza nostra”.

    Poi interpellando la polizia postale (che sta a roma, e per me che sto fuori c’è da perdere più di mezza giornata!) mi hanno detto che se volevo potevo anche farla nel mio paese che poi ci avrebbero pensato loro a girarla a chi di competenza.

    Mi ha anche consigliato di tenere tutto (ricevuta del bonifico, e-mail, ecc) e che posso andare a fare la denuncia in qualsiasi momento dovessi vedere che la situazione volge a un punto più avanzato di così. Purtroppo nella stazione dei carabinieri del mio paese per sporgere una denuncia può volerci (ve lo posso giurare perchè ci sono passato con una semplice denuncia di smarrimento) anche un’intera giornata.
    Indi per cui io addirittura devo ancora farla la denuncia, ma sto seguendo tutto (non solo qui) e appena si sblocca qualche cosa volo in caserma.

    Piuttosto sollecito la mente di ciascuno di noi di adoperarsi per cercare un punto comune di incontro PERCHè DOBBIAMO AFFIDARCI AD UNA ASSOCIAZIONE DI DIFESA DEI CONSUMATORI PER FARCI DIFENDERE DAI LORO LEGALI IN CLASS ACTION , nessuno di noi ha convenienza nel trovarsi un singolo difensore, a meno che non sia egli stesso un avvocato.
    NON E’ QUESTO IL SITO SICURO DOVE PARLARE DI QUESTE COSE NEI DETTAGLI, NON E’ PROTETTO IN ALCUN MODO (non me ne voglia l’autore ma capirà di certo) QUINDI OCCHIO A QUELLO CHE SCRIVIAMO, TUTTI.

  18. Raga, anch’io pronto a venire e a fare la Class Action.
    Se volete organizzare qualcosa sono pronto.

  19. SIGNORI FORSE ABBIAMO L’OCCASIONE DI FARCI SENTIRE.

    CONTATTATEMI PRIVATAMENTE ALL’INDIRIZZO
    [email protected]

    SONO STATO CONTATTATO DA UN GIORNALISTA DELLA TRASMISSIONE MI MANDA RAITRE
    MI CHIEDE DISPONIBILITA’ DI PERSONE DISPOSTE A RACCONTARE LA PROPRIA VICENDA DATO CHE NELLA TRASMISSIONE DELLA PROSSIMA SETTIMANA SI PARLERA’ DELLE TRUFFE COME LA NOSTRA, E SARA’ PRESENTE ANCHE UN RAPPRESENTANTE DELLA POLIZIA POSTALE.

    CONTATTATEMI E DITEMI CHI SIETE E DOVE VI TROVATE. APPENA MI FARA’ SAPERE LA SEDE DOVE SI TROVA, DARO’ A LUI GLI INDIRIZZI DI CHI MI AVRA’ CONTATTATO E GEOGRAFICAMENTE E’ VICINO A LUI.

    POI VI METTERETE D’ACCORDO VOI.

    VELOCI SE POSSIBILE

    Io sono Emanuele Bracciani, residente a Palestrina (RM) tanto perchè voi possiate capire che non è uno scherzo.

  20. Colleghi truffati,
    oggi ho ricevuto una E_Mail da un certo Alessandro Galassi il quale dice di essere un regista di “Mi manda Rai3” il quale ceca urgentemente truffati da Melashop per fare un servizio la prossima settimana. Ho fatto un controllo ed effettivamente c’è un Alessandro Galassi tra i componenti di Mi manda Rai3.
    Se qualcuno vuole partecipare (io no) contatti la redazione di “Mi manda Rai3”

  21. Ho visto ora il post di Emanuele, non è uno scherzo, mi sono dimenticato di inserire l’indirizzo E-Mail di Galassi se eventualmente volete contattarlo: [email protected]

  22. marinhouse, io non volevo divulgarlo perchè su sto blog non si sa se viene anche altra gente.

    Altrimenti avrebbe scritto lui, il messaggio che ti è arrivato è in forma privata e ti è arrivato perchè Alessandro ha visto il blog.

    Mi meraviglio di come il commento (non ti offendere) sia stato pubblicato;

    nessuno di noi ha il diritto di scrivere indirizzi mail su blog, almeno che non siano i propri.

    Chiedo al responsabile del blog cortesemente di rimuovere prima possibile.
    Grazie

    Comunque la sede eventuale sarebbe Roma, quindi se potete dare disponibilità datela.

  23. Chiedo scusa, hai perfettamente ragione, l’ho fatto senza pensarci.

  24. LO CANCELLIAMO PER FAVORE???

  25. …RAGAZZI MA FATEMI CAPIRE , SE IO SCRIVO UNA SEQUELA DI BESTEMMIE NON C’E’ FILTRO?

    Perchè quando scrivo mi dice: “il tuo commento è in attesa di controllo?”

  26. Volevo avvisare la compagnia dei truffati che martedì 5 novembre alle ore 10,40 circa nella trasmissione “Mi manda Rai3” parleranno della truffa di MelaShop, così mi hanno riferito dalla redazione

  27. Scusate sn luca non ho mai postato prima ma se effettivamente è Morleo il responsabile avendo fatto denuncia come funziona per il risarcimento? Grazie

  28. RIGUARDO ALLA TRASMISSIONE DI MARTEDI’ DOVEVO ESSERE INTERVISTATO IO DAL SIG. ALESSANDRO GALASSI PER RACCONTARE LA STORIA (DI TUTTI)

    PURTROPPO HO AVUTO DUE BRUTTI EVENTI NEL GIRO DI POCHE ORE, DUE LUTTI (UNO IN FAMIGLIA)

    VI PREGO PERCHE IO NON POTRO’ AVERE TANTO TEMPO PER FARLO, DI INTERESSARVI VOI, CHIUNQUE VOI PUO’ ESSERE DISPONIBILE A RACCONTARE COME CI HANNO TRUFFATI CONTATTI IL REGISTA, LA MAIL LA TROVATE NEL POST DI MARINHOUSE DEL 30 OTTOBRE

    MI SPIACE TANTO ANCHE PERCHE’ LUI HA CAMBIATO IL TEMA DELLA PUNTATA PROPRIO PER RACCONTARE E PORTARE ALLA LUCE LA NOSTRA VICENDA.

    CONTATTATELO VI PREGO

  29. ATTENZIONE: si cercano URGENTEMENTE coloro che sono srati truffati da MelaShop per un’intervista da fare domani o domenica da un giornalista di “MI MANDA RAI3” CONTATTARE: [email protected]
    Contattatelo poiché il servizio verrà trasmesso martedì mattina

  30. FORZA RAGAZZI FATEVI AVANTI MAGARI QUALCUNO NELLE VICINANZE DI ROMA ALTRIMENTI ALESSANDRO DOVRÀ BENIRE IN VENETO PER INTERVISTARMI, FATELO PER TUTTI NOI TRUFFATI

  31. Oggi c’è stata l’intervista al sottoscritto per il servizio che andrà in onda martedì 5 novembre alle ore 10,40 circa su RAI 3 dove si parlerà della truffa subita da MelaShop, alla trasmissione parteciperà anche la Polizia Postale, speriamo ci siano buone notizie

  32. Buongiorno ragazzi, vista la trasmissione. Si è parlato del nostro caso solo per i 5 minuti dedicati alla registrazione dell’intervista a Marinhouse, per il resto solo consigli su come non farsi fregare… Troppo tardi sarebbe stato meglio sapere a che punto è la cosa. Così ne so quanto prima. Mah!!!!

  33. Infatti..comunque è stata una cosa positiva..non demordiamo e attendiamo di comparire al processo. Ciao, a presto.

  34. Anch’io mi aspettavo di più, purtroppo per motivi di tempo a disposizione sono stati tralasciati molti particolari a mio avviso importanti, esempio il nome di Fhotografer Morleo e molti particolari della mail Brava gente…….. comunque speriamo si muova qualcosa.

  35. Ho parlato con il giornalista che mi ha fatto l’intervista il quale mi ha detto che a causa del protrarsi del servizio precedente il nostro servizio è stato ridimensionato dagli autori del programma, peccato perché potevano esserci particolari importanti poiché nell’intervista completa ho detto di tutto e di più.

    • Voglio ringraziare l’Arma dei carabinieri e i magistrati, che si sono prodigati per fare Giustizia su un’ignobile quanto socialmente pericolosa truffa a danno di onesti cittadini. Spero che alle indagini e agli arresti segua il processo e la condanna, anche al risarcimento dei danni patiti, nei confronti dei malfattori, che minano la sicurezza della rete e ledono gli interessi degli imprenditori onesti.
      Gli arresti e l’impegno profuso nelle indagini dimostrano che non è vero quanto sostengono alcune malelingue quando affermano che in Italia la Giustizia non funziona e denunciare i reati non serve a nulla, perché tutto finirà archiviato.
      Domani mi recherò presso la vicina sede del commissariato (dove ho effettuato la denuncia anch’io) al fine di prepararmi al processo, spero imminente.
      Un saluto a tutti coloro che non danneggiano il prossimo anche perché, come diceva una celeberrima canzone, gli altri siamo noi.

  36. Finalmente buone notizie , dopo tanto aspettare e quasi cercare di dimenticare (anche se difficile) si è mosso qualcosa anzi, si sono mossi e mi associo ai complimenti di malastrana alle forze dell’ordine. Spero presto di iniziare il percorso per ottenere il rimborso.

  37. Rettifico Ivan e non malastrana, chiedo scusa ho letto male.

  38. E’ presto per brindare, ma un prosecchino domani lo si stappa!!!

  39. E vai. Ottimo, finalmente una buona notizia. Speriamo che si possa anche riprendere il maltolto.

  40. Brave le forze dell’ordine, finalmente li hanno individuati, ma non facciamoci false illusioni, il maltolto difficilmente sarà restituito, comunque è già un buon risultato che siano stati denunciati, staremo a vedere cosa succederà, la speranza è l’ultima a morire.

  41. Ma qualcuno sa, a questo punto, cosa fare per avere un risarcimento?

    • Carissimo PUNTINO, mi sa che bisognerà pregare la madonna che gli siano rimasti euro nei loro conti e forse chissà tra qualche anno…….

      • Salve.
        Ci sono due profili da considerare dal punto di vista giuridico, uno penale e l’altro civile. Quest’ultimo riguarda il risarcimento del danno economico (art. 2043, codice civile) ed eventualmente morale, mentre il primo riguarda la sussistenza e la gravità del reato, che ha prodotto il suddetto danno, in capo ad uno o più degli imputati. Cioè, nel caso che ci interessa, bisogna provare in sede penale innanzitutto l’esistenza del reato di truffa, in capo ad uno o più degli imputati (a noi noti), che ha causato di conseguenza un danno contrario alla legge (danno ingiusto o contra jus). Quindi, dalla condanna di primo grado in sede penale nascerà automaticamente il diritto al risarcimento del danno, che dovremo provare di aver subito. A tale scopo è prevista la costituzione di parte civile, sempre nell’ambito del processo penale.
        Ciò che bisogna fare attualmente è attendere che il GIP (procedimento penale) disponga il rinvio a giudizio dei denunciati/indagati e, in seguito, costituirsi parte civile, con l’assistenza di un avvocato (sarebbe preferibile, per motivi economici, richiedere l’assistenza congiunta di un solo avvocato, data l’omogeneità delle fattispecie di reato, anche se i condannati avranno l’obbligo di risarcire tutti i danni prodotti alle vittime del reato, quindi anche le spese legali e processuali).
        Buona serata.

  42. Sono trascorse 2 settimane da quando li hanno beccati, ci sono novità?

  43. Ciao Ragazzi,
    a me stamattina ha chiamato un brigadiere per la truffa…non potevo rispondere, dopo lo chiamerò..
    A voi hanno già chiamato? Comunque concordo per un solo avvocato per tutti…
    Fatemi sapere.
    Grazie

  44. concordo,
    un buon avvocato per tutti

  45. ma qualcuno è già stato contattato dalla polizia? cosa gli è stato chiesto?…
    scusate ma sono un po in ansia per “ripercussioni”..o dite di non preoccuparmi?..

  46. A me non ha chiamato nessuno. Sarà il caso di chiedere un pò?
    Condivido l’idea di un avvocato per tutti.
    Sentire un’associazione a tutela dei consumatori, o no?

  47. A me hanno chiamato i Carabinieri qualche settimana fa perchè risultava il pagamento ma non la denuncia, da quello che mi ha spiegato non serve un avvocato, ci sono oltre 300 denunce inclusa ora la mia, ho anche chiesto se è necessario essere presenti per testimoniare e mi ha risposto che non serve ci sono tutte le prove, la cosa più interessante è che il maltolto è stato sequestrato e da quello che mi ha fatto capire ci sarà un rimborso, speriamo che sia la 100%

  48. ho chiamato il brigadiere,
    mi ha detto che a breve mi chiamerà la questura della mia città per andare a confermare il tutto ( pagamenti, non ricezione materiale ecc ).
    Poi dice che non ci chiameranno per testimoniare, saremmo troppi, e la cosa è talmente palese che non servirà.

1 2 3 4 5

Leave a reply